| Home page | Intranet | Fundraising | Inizia con noi |
 
 
Grazie per aver scelto questo sito. Qui troverai alcune brevi informazioni sulle sue sezioni.
Leggi le informazioni
Sono pochi gli articoli qui a destra ? AlloraRegistrati per leggere i nostri archivi. I tuoi dati saranno tutelati secondo la legge sulla privacy.
 
Registrati

 


  Nel forum
Forum aperti
Club Liberalitalia
 
RE: Liberali nelle MARCHE - San Benedetto del Tronto
 
Liberali nelle MARCHE - San Benedetto del Tronto
 
RE: Quinto potere
 
RE: Elezioni europee
 
RE: Elezioni europee
 
RE: MilanoLiberale?
 
MilanoLiberale?
 
RE: UN LIBERALE IN PIU'
 
RE: Elezioni europee
 
RE: UN LIBERALE IN PIU'
 
UN LIBERALE IN PIU'
 
RE: Quinto potere
 
Osservatorio
Enti locali
Partiti e movimenti
Politica economica
Poltica estera
Cultura

I nostri link
!!! Utilissimi !!!
Biblioteca
Cultura liberale
Documenti liberali
Liberali nel mondo
Liberalitalia
Radicali
Repubblicani
Storia dei liberali
 
sondaggio
Destra,sinistra: per essere liberali, basta rinnegare il peggio del proprio passato ?
SI, basta
NO, non basta
Valuto caso per caso

Risultati

Sondaggi
sulla stampa
Gli inutili steccati
(Il Corriere della Sera, 11.12.2003)
In provetta no e a letto nemmeno
(Il Riformista, 11.12.2003)
Quella legge è illiberale. Chi ha paura della procreazione assistita?
(La Sicilia, 11.12.2003)
In pericolo la legge sull'aborto
(La Libertà, 11.12.2003)

 

Cynegi Network
 

 



Il liberale Cox dice basta alle liti tra Berlusconi e Prodi

Inserito da:

Data pubblicazione: 10.11.2003 11:42



"L'unica cosa che posso dire a Prodi e a Berlusconi è di lasciare da parte le polemiche alimentate dai loro rispettivi sostenitori in Italia e di concentrarsi, invece, sulle grandi sfide che ci sono davanti". Con queste parole Pat Cox, presidente liberale dell'Europarlamento, ha stigmatizzato i rapporti tra i due leaders italiani che ricoprono anche cariche di responsabilità ai vertici della Unione Europea, l'uno come presidente della Commissione Europea, l'altro come presidente di turno della U.E.

Cox dice "Basta!"
Nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera e pubblicata oggi (10 novembre), il liberale Pat Cox se la prende anche con Berlusconi ed il documento conclyusivo del vertice con Putin, nel quale non c'è alcun riferimento alla violazione dei diritti umani in Cecenia, nè a quegli accordi di Kyoto sull'inquinamento ambientale che la Russia non ha mai voluto sottoscrivere. Entrambi i problemi emergono chiarissimi dagli atti del Parlamento europeo, ma Berlusconi li ha bellamente trascurati. Pur non volendo commentare le vicende della politica italiana che vedono Prodi e Berlusconi scontrarsi in un lacerante conflitto di delegittimazione reciproca, è chiara la preoccupazione di Cox circa i danni irreparabili che tale conflitto reca all'Unione Europea.
Ma se Cox non vuole esprimersi sulle vicende interne dell'Italia, noi liberali italiani non possiamo non cogliere nelle sue parole tutto il senso della battaglia che conduciamo nel nostro Paese contro questo bipolarismo che ci ha consegnato due schieramenti tanto irresponsabili da trasferire in Europa quegli stessi conflitti che stanno paralizzando ed immiserendo la politica italiana.


Indirizzo E-mail destinatario:



Il tuo indirizzo E-mail:




Cerca in questa sezione



| Pagina per la stampa | Invia questo articolo ad un amico |